“Krishna sa che dovrai fare una lotta con la tua mente, contro i tuoi sensi e contro la tua intelligenza, però hai Lui come alleato esattamente come lo ebbero i Pandava. Ciò non vuol dire che non ci fu la battaglia; ci fu eccome! Se ti arrendi a Krishna non significa che non dovrai fare la battaglia, ma significa che la vincerai. Vincerai una grande battaglia.”

B.V.Atulananda Acarya Swami




domenica 10 febbraio 2019

"Sull'importanza della protezione" di Srila A.C.Bhaktivedanta Swami Prabhupada


Nei giorni gloriosi che precedettero l'avvento dell'era di Kali, i bràhmana, le mucche, le donne, i bambini e i vecchi erano tutti protetti e la società intera ne traeva grandi vantaggi:
1) La protezione dei bràhmana assicura il mantenimento del varnàsrama-dharma, l'istituzione che offre il metodo scientificamente più sicuro per elevare tutti i membri della società al piano della vita spirituale.
2) La protezione della mucca assicura abbondanza di latte, il più miracoloso fra tutti gli alimenti, che raffina i tessuti sottili del cervello permettendo così di cogliere i valori superiori dell'esistenza.
3) La protezione della donna preserva la sua castità, e quindi la purezza morale dell'intera società; così saranno concepiti uomini di natura esemplare, capaci di mantenere la società in un'atmosfera di pace, quiete e progresso.
4) La protezione del bambino dà all'essere che ha ottenuto la forma umana le condizioni migliori per intraprendere la via che lo libererà dalle catene della materia. Il bambino dev'essere protetto fin dall'istante del concepimento con l'esecuzione del rito purificatore detto garbhàdhàna-samskàra, che segna l'inizio di una esistenza pura.
5) La protezione degli anziani dà loro la possibilità di prepararsi per un'esistenza migliore dopo la morte.
Questo regime di protezione che copre tutta la società si fonda su quei fattori che distinguono una società di uomini realizzati da una società di cani e gatti, anche se raffinati. E' assolutamente proibito uccidere un bràhmana, una mucca, una donna, un bambino o un vecchio; inoltre, la minima offesa nei confronti di queste creature innocenti ha l'effetto di accorciare l'esistenza di chi se ne rende colpevole. Nell'era di Kali questi principi non sono per nulla osservati, e per questo motivo la longevità degli uomini è diminuita considerevolmente. 
Anche la Bhagavad-gìtà insiste sulla protezione della donna affermando che quando le donne si corrompono per mancanza di protezione nasce una progenitura indesiderabile, detta varna-sankara. D'altra parte, colui che offende una donna casta vedrà ridotta la durata della sua esistenza. Così Duhsàsana, fratello di Duryodhana, e tutti i suoi compagni, per aver oltraggiato Draupadì, modello di castità, andarono incontro a una morte precoce. Questi sono alcuni esempi delle intransigenti leggi del Signore.